INSIEME POSSIAMO cambiare MEDA
stai leggendo...

Referendum Costituzionale 4.12.2016

Il Giorno Dopo

Inutile nascondere la delusione del risveglio, il rimpianto infondato di non aver dato il massimo, di poter fare di più o diversamente, se solo potessimo tornare indietro.

Il meccanismo è questo, a volte si vince e altre si perde.

Noi del Partito Democratico potremo comunque continuare a testa alta, consci di esserci nuovamente dimostrati l’unica forza politica promotrice del cambiamento, riformista dalla nascita con l’obiettivo di migliorare il Paese, ma che in questo turno si è scontrata con il forte dissenso dei propri concittadini.

Avevamo l’obiettivo di trasformare le istituzioni, rendere finalmente l’Italia più efficiente, con una burocrazia più snella ed un potere legislativo finalmente più incisivo di quanto lo sia attualmente, unitamente ad una necessaria stabilità di governo.

Non ci siamo riusciti, ma volendo vedere il lato positivo abbiamo forse innescato, magari anche involontariamente, un fenomeno positivo che vede la popolazione riavvicinarsi alle istituzioni, interessarsi nuovamente alla “cosa comune”, tornando finalmente alle urne per esprimere le proprie idee.

Da segretario del Circolo di Meda rivolgo un sentito abbraccio a tutti i miei iscritti e agli amici del comitato per il sì medese che in questi mesi hanno duramente lavorato per portare avanti un’idea che non muore oggi ma che andrà ripensata e probabilmente migliorata, perché non siamo ancora arrivati al punto di approdo, ma siamo davanti solo all’ennesima svolta posta sul nostro cammino.

 

Grazie di cuore

 

Il Segretario del Circolo PD Meda

 

Alessandro Uccello

 

 

 

 

Condividi questo contenuto!
Partito Democratico - Circolo di Meda Via Roma, 4 20821 Meda (MB) - www.pdmeda.it