INSIEME POSSIAMO cambiare MEDA
stai leggendo...

Primo Piano

La risposta del segretario del circolo PD a Medinforma

Il 26 gennaio scorso veniva pubblicato su Medinforma, a firma di Corrado Marelli, un articolo dal titolo “Segnali poco rassicuranti” che chiamava in causa Massimo Nava, segretario del nostro circolo. Di seguito la risposta, con chiarimenti, inviata dallo stesso al giornale di Marelli.

 

Buongiorno Direttore

Intervengo a commento del suo articolo per precisare alcuni punti.
La mozione presentata dal PD e dalla Lista civica Gianni Caimi Sindaco sulle criticità nella sanità Lombarda è stata un passaggio di un percorso che viene da molto lontano.
Si ricorderà che negli anni passati sono stati organizzati molti convegni e incontri, anche nella nostra cittadina, in cui si evidenziavano le inefficienze che riguardavano soprattutto la medicina di base e il rapporto ospedali e territorio. Con l’arrivo della pandemia Covid-19 questa situazione si è esasperata e ha mostrato i limiti della organizzazione della Sanità Lombarda che ha le sue radici nel ventennio di Governo Formigoni.
Forse da qui si potrebbe trovare quello che lei ha chiamato nervo scoperto e che ha visto protagonista il capogruppo di Forza Italia, Andrea Boga, di un’azione censoria discutibile, adducendo motivazioni infondate. Se ciò che Boga ha affermato fosse stato effettivamente corretto in termini di opportunità, non si capirebbe perchè non sollevarlo all’interno della Conferenza Capigruppo e lì cassare la richiesta di mozione, cosa già avvenuta in altre occasioni con pareri tecnici; in secondo luogo, come da lei riportato, si è avvertito in maniera palpabile come questa iniziativa abbia spiazzato l’intera maggioranza (vedi l’intervento del Sindaco e il controbattere del consigliere Castelli), non tanto sul merito (tanto che nella seduta successiva la mozione è stata bocciata), ma sul metodo. Si è voluto impedire la discussone, operazione borderline sul piano delle regole di funzionamento del Consiglio, per il semplice fatto che avrebbe messo in rilievo criticità nella gestione sanitaria (in particolare le carenze della sanità territoriale), ben presenti nell’opinione pubblica e nell’esperienza dei cittadini.
Sulla questione mozione sottopasso mi preme precisare alcuni passaggi.
La mozione a cui lei fa riferimento è stata presentata da PD e Lista Civica Gianni Caimi Sindaco il 13/05/2020 e non un anno e mezzo fa ed è stata bocciata dalla maggioranza in Consiglio Comunale a fine giugno.
In essa si chiedeva, tra l’altro, un apporto tecnico sulla scelta del sottopasso rispetto ad altre soluzioni. Questa mozione partiva dalla convinzione che con una discussione trasparente si sarebbe arrivati a chiarire come la soluzione del sottopasso fosse la più percorribile.
Ne abbiamo presentata un’altra il 27/07/2020 in cui si chiedeva la convocazione della Commissione Territorio e Ambiente per informare sullo stato di fatto dell’opera e di un suo continuo aggiornamento sui lavori, questa è quella approvata e sulla quale faremo pressione affinchè venga rispettata.

Cordiali saluti
Massimo Nava

Condividi questo contenuto!
Partito Democratico - Circolo di Meda Via Roma, 4 20821 Meda (MB) - www.pdmeda.it