INSIEME POSSIAMO cambiare MEDA
stai leggendo...

Primo Piano

L’impegno del gruppo consigliare del PD per l’attuazione del programma

Gentili Sindaco, Assessori, Consiglieri. Gentile pubblico,

come sapete, lo scorso mese di luglio è stato dichiarato inammissibile il ricorso di revocatoria del consigliere Taveggia che ha chiesto al Consiglio di Stato di annullare la sentenza emessa un anno fa, il 3 luglio 2013, con la quale lo stesso giudice del Consiglio di Stato aveva, già, respinto in via definitiva il ricorso elettorale presentato dal consigliere Taveggia, ripristinando l’esito del voto del maggio 2012. A luglio si è conclusa anche questa ulteriore vicenda giudiziale.

Il gruppo consiliare del Partito Democratico ha sempre rispettato il diritto del candidato sindaco, risultato soccombente al ballottaggio del 2012, di ricorrere agli strumenti previsti dalla legge. Abbiamo anche evidenziato più volte come l’applicazione di questi rimedi processuali necessiti, però, di un ammodernamento per avere tempi della giustizia decisamente più celeri. Durante questi due anni di mandato siamo stati convinti che, nonostante il fatto di aver subito tali procedimenti giudiziali e la sospensione di 7 mesi dell’attività, non potesse venir meno un atteggiamento di serenità senza denigrare l’avversario, di trasparenza, di impegno e di responsabilità istituzionale.

Con soddisfazione prendiamo ora atto che all’esito delle vicende giudiziali è stata confermata la volontà espressa dai cittadini di Meda con il voto del 2012. Il progetto scelto dagli elettori può proseguire, dunque, da questo Consiglio e da questa Giunta, per realizzare nei prossimi anni il disegno di una Meda più bella, più equa, più vivibile. Quella Meda che proprio i cittadini ci hanno chiesto di migliorare e di innovare con un’istanza di cambiamento manifestata in modo chiaro alle elezioni del 2012 e confermata in questi due anni di mandato.

Dal 2012 ad oggi, il lavoro per realizzare questo progetto è stato intenso, in un momento difficile per gli enti locali. Abbiamo gettato le basi delle azioni amministrative, in parte realizzate, per conseguire gli obiettivi del programma proposto alla città:

  • risanando le finanze comunali nel segno dell’equità e affrontando con tale criterio il nuovo sistema dei tributi locali;
  • innestando strumenti per riqualificare la nostra città con la variante al PGT in corso, dopo aver messo in sicurezza il territorio con il PGT del 2012;
  • dando avvio ad un piano di interventi, attraverso metodi nuovi di finanziamento e progettazioni a fronte di risorse scarse, con il progetto di riqualificazione energetica delle scuole e degli edifici comunali, con gli interventi  sulle scuole Traversi e Polo grazie al finanziamento ottenuto dal Governo di 1 milione di €, con la realizzazione di nuove fognature a completamento della rete, con l’intervento di ammodernamento della stazione FN di Meda;
  • perseguendo gli obiettivi di una città sempre più sostenibile con l’adesione al Patto dei Sindaci europeo nell’ambito del protocollo di Kyoto, il mercato a KM 0 dei coltivatori diretti il mercoledì in piazza Cavour, il piano di emergenza con la Protezione civile;
  • interfacciandosi con altre città del nostro territorio in vista di Expo per il progetto Brianza Experience e incrementando un rapporto di collaborazione con gli imprenditori medesi e le realtà economiche della città,
    abbiamo ritenuto prioritaria la qualità dei servizi sociali, l’attenzione e la cura alle persone più fragili ed ai nuovi bisogni emersi con la crisi economica, sviluppando progetti importanti anche in co-progettazione con le associazioni cittadine (Meda città cardioprotetta, l’ampliamento della Casa di Riposo Besana con nuovi servizi, la festa del volontariato del maggio 2014, l’istituzione del fondo “Meda città solidale” (la cui convenzione, peraltro, verrà siglata il prossimo 1 ottobre);
  • abbiamo proseguito con la valorizzazione delle realtà associative e culturali, anche con nuovi progetti (il Festival delle arti figurative del 1 maggio 2014 ne è solo un esempio);
  • infine riorganizzando e razionalizzando la macchina amministrativa comunale, partendo dai suoi stessi amministratori con la riduzione del 15% delle indennità di Sindaco e Giunta nel 2012 e l’eliminazione dello staff del Sindaco e costruendo un rapporto di dialogo e di ascolto della cittadinanza.

Il gruppo consiliare del Partito Democratico proseguirà, quindi, questo lavoro, continuando a proporsi unito e compatto come forza, di e per, il cambiamento della nostra città, e affiancando, con rinnovata convinzione, l’impegno di Sindaco e Giunta nella realizzazione del programma.

Dichiarazione del gruppo consiliare del Partito Democratico al Consiglio Comunale del 25/09/2014

Il cons. Annarita Tagliabue

Condividi questo contenuto!
Partito Democratico - Circolo di Meda Via Roma, 4 20821 Meda (MB) - www.pdmeda.it